Con chi vivo?

Quando sono arrivata qui a Doba l’unica cosa bianca che mi circondava era la pelle della mia consorella Loredana e la farina di riso con cui si prepara una boule buonissima. Il resto era tutto di altro colore.

Vivo con la moltitudine di bambini ciadiani che fanno della strada o meglio della terra la loro casa, letto, cucina, tavolo e bagno. Sono forti perche resistono a quasi tutto; poco ci si prende cura di loro e quando muoiono si piange solo per un po perché subito dopo la vita ricomincia e quindi si possono fare altri figli. Non sono un dono ma bocche da sfamare e quindi mangiano per ultimi, sperando che qualcosa resti. In pochi ricevono coccole o bacetti ma tutti sanno bene che devono guardare i grandi per diventare anche loro grandi.

Vivo con i giovani ciadiani cercatori del loro futuro tra immondizia e abbandono. Eppure cercano cercano nelle loro tasche spiccioli di vita e nel loro cuore forza per dire al mondo che ci sono anche loro.

Vivo per 10 mesi l’anno H24 con le ragazze del Foyer. Sconusciute figlie che diventano grandi sotto i nostri occhi e che Dio ci aiuti ad accompagnarle e a formarle bene.

Vivo con la Chiesa diocesana di Doba formata da preti ciadiani e missionari di quasi tutti i diversi continenti. Una Chiesa che sta voltando pagina e che sta iniziando a camminare con le sue gambe… ma quanto é difficile.

Vivo con Loredana e …… le suore alcantarine del mondo. Sorelle che Dio mi ha donato. Loro mi ricordano la promessa e mi perdonano quando la dimentico.

Vivo con i ragazzi che vengono in sala informatica che aprono profili Facebook e che cercano su Google borse di studio in tutto il mondo. Forse non tutti ci riusciranno ma almeno so che avranno trovato una RETE aperta solo per loro.

Ed Infine VIVO con…. Marilda, misterioso personaggio che ancora non conosco. So che ama la parmigiana della sua mamma ma ora deve accontentarsi di quella di sua sorella, che non sará mai uguale, e che quando guida la Jeep lo fa con una sola mano proprio come faceva suo papà. Ama ballare e cantare ma non lo fa più da anni. Sa accendere e spegnere il Pc e per rilassarsi va alla Mediaword. So che cercava casa ed é partita per andare piú a fondo o forse più in cima, chissà. Resta peró un misterioso personaggio che mai finirò di conoscere.