ma questo come fa a desiderare ?

É un po difficile raccontare questa volta perché non sempre le cose che vivo passano lisce, di solito scavano lasciando spazi di meraviglia ma a volte, come questa, lasciano tracce di tristezza.

Non é facile perché questo nostro misterioso ‘mestiere’ voluto da Dio ti mette dinanzi a situazioni e persone a cui dai tutto: tempo, parola, speranza, passione ma alla fine devi cedere al fatto che non PUOI TUTTO e che soprattutto non SEI TUTTO. Mi ha detto recentemente un saggio frate: il missionario è sempre in perdita.

Qualche giorno fa un ragazzo che per 2 anni ha lavorato in sala informatica e con il quale avevo un rapporto di amicizia e collaborazione mi ha detto: ma soeur io parto! Beh oltre ad essere sorpresa ovviamente la mia prima domanda é stata: Dove vai? Ed stata questa sua risposta a lasciarmi senza fiato. ‘Ma souer devo studiare ingegneria robotica, é il mio desiderio, il mio SOGNO, l’ho sempre voluto e non ho paura!’

Non ha risposto alla mia domanda, ma in effetti ho sempre visto nei suoi occhi una luce particolare nello studio e lettura di difficilissime dispense che in alcuni pomeriggi portava in sala informatica. Dunque la risposta é arrivata dopo tutti questi pensieri da donna preoccupata per di più suora. Perché una suora preoccupata é tremenda nei pensieri.

‘Marocco, Nigeria, forse Spagna non so, ma soeur, dove trovo una scuola che mi permetta di studiare e di diventare quello che desidero e cosi potró provvedere alla mia famiglia.

Non una piega in questo discorso. Ma sentirselo dire da un ragazzo di un paese che non ha strade, corrente elettrica, fogna, nessun tipo di servizio al cittadino, un sistema politico corrotto e dittatoriale, e dove Cina, Francia e tanti altri sono in fila per accapararsi il poco petrolio che é rimasto  senza lavorare per nessuna riqualificazione né del territorio né della popolazione, come fai a non rimanere senza parole e ti chiedi: ma questo come fa a desiderare nonostante tutto questo NULLA?

Allora mi sono ricordata de la STORIA INFINITA quel bellissimo film oramai troppo vecchio per essere conosciuto dai piu giovani ma che, negli anziani come me, ha segnato un periodo dove in molti sognavamo ancora cose grandi.

Il ragazzo mi ha riportato alla scena finale dove tutto sembra finito ma grazie al DESIDERIO RI-INIZIA tutto. GUARDA, sempre se vuoi ……. https://www.youtube.com/watch?v=1bpZoOIFgHs

Bello, molto bello e vero, infatti la vita diventa VIVA solo quando CREDI nei tuoi SOGNI anche quando la vita ti ha SVEGLIATO con forza. Ho visto negli occhi del ragazzo e nella sua fede, diversa dalla mia, la certezza che un GIORNO tutto sarà possibile. Ad oggi non so dove sia so solo che sa dove andare e cosa porta nel cuore…. e questo basta!

Non ci conosciamo di persona ma per tanti motivi diversi i nostri percorsi si sono sfiorati … grazie Don Tony Drazza, assistente nazionale del settori giovani dell’ Azione Cattolica Italiana, per il tuo ESSERE in missione!

Ma souer ho preso tempo prima di scrivere e ti chiedo scusa. Ho preso tempo per tirare il fiato, per leggere bene il tuo racconto “ruvido” che ti lascia triste ma forse anche libera eliberata. Vorrei partire proprio da qui: “ma questo come fa a desiderare nonostante tutto questo NULLA?

Ecco sì hai letto bene parto proprio dal nulla.

Non vorrei essere troppo romantico (mi prendono in giro per questo sai!) ma partono dal nulla i desideri più belli, quelli che ti smuovono dentro e che ti fanno fare gesti coraggiosi. Proprio dal nulla intorno partono i sogni che abbiamo sempre voluto, che sono stati lì da sempre, in una parte profondissima del cuore e quando ti accorgi che la vita ti ha spogliato di tutto, vengono a galla potenti e prepotenti, non ti lasciano scampo e non ti lasciano manco il tempo di trovare le parole che servono per spiegare. Mi viene da dire che quasi devi solo obbedire al quel desiderio. 

È un po’ come l’inizio della storia dei discepoli con Gesù: “lasciato tutto, lo seguirono..”. Lasciato tutto, ma souer, anche le parole che servono per spiegare a chi vorrebbe rassicurazioni, coordinate, indirizzi, numeri civici e di telefono

Mi sembra una nuova chiamata alla vita, forte nuova bella che ha a che fare con le parti più profonde delle nostre giunture. E tutto parte proprio dal nulla intorno. I desideri profondi del cuore ti fanno andare oltre, ti donano occhi sognanti capaci di vedere partenze dove altri vedono la distruzione. Dovremmo imparare a benedire i nostri nulla perché da lì, con gli occhi sognanti, parte la ricostruzione della vita, quella nostra prima poi, ne sono sicuro, anche quella degli altri. 

Ti abbraccio forte cara Marilda, sperando di farlo dal vivo molto presto. don TONY

4 pensieri su “ma questo come fa a desiderare ?”

  1. Desiderare nonostante il nulla…che grande lezione di vita e che forza!!….grazie per questo articolo apre le porte del cuore e le nutre di speranza, proprio lì dove il tutto non ti fa più desiderare.
    Vi abbraccio

  2. “Responsabilità” è fare delle scelte coraggiose. Le parole straordinarie del grande San Francesco… Io ho fatto la mia parte, ora tocca a voi fare la vostra, devono farci riflettere.

  3. Matilda carissima! Il tuo stare sulle spalle dei giganti ti porta quotidianamente oltre e dentro il Desiderio di tanti, anche li, in terra ciadiana..ed è una gioia leggerti! La Memoria illumina il passato -come Misericordia- e, nel Mistero, il futuro -come Speranza certa- , e infiamma il ♥, unitissima al ragazzo che partirà sazio del suo Desiderio, di una Vita che continua a farsi dolcemente Carne. In comunione, certa che anche i nani (→tutti noi, povere creature), perché portati (→amàti), portano altri (→possiamo amare) sulle proprie spalle (→ricominciando sempre, dal basso)! Suor Emmecì☆☆☆

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *